Sei in » Cronaca
08/06/2016 | 11:33

Pauroso incidente, quello avvenuto stamattina sulla Alessano-Presicce, che ha visto coinvolto un operaio 36enne a bordo della sua vettura. Dopo aver perso il controllo del mezzo uscito fuori strada, andandosi poi a schiantare contro un ulivo. Ora ricoverato a Tricase.


L'Ospedale Panico di Tricase


Alessano. Terribile mattinata di incidenti stradali quella che sta interessando il territorio salentino. Dopo l'episodio avvenuto stamattina alle prime luci dell’alba sulla Lecce-Porto Cesareo, le cronache locali si vedono costrette a riportare un altro pauroso sinistro sul tratto che collega Alessano a Presicce, nel basso Salento. Un operaio 36enne ha infatti perso improvvisamente il controllo della sua Nissan Almera, schiantandosi poi contro un ulivo non appena uscito fuori dalla carreggiata. Violento l’impatto, tanto da determinargli delle ferite gravi, ora sotto osservazione dei medici salentini. A chiamare i soccorsi, alcuni automobilisti che, di passaggio, avevano visto la tremenda scena.

Sul posto, dunque, i sanitari del 118 e, prima ancora, i Vigili del Fuoco dipendenti dal Distaccamento di Tricase. I “caschi rossi” sono stati impegnati nell’estrarre dall’abitacolo il corpo del povero malcapitato, originario di Alessano. Dopodiché, il personale paramedico – giunto a bordo dell’ambulanza – ne ha disposto il trasferimento immediato (in “codice rosso”) presso l’ospedale “Cardinale Panico” di Tricase, dove adesso si trova ricoverato nel reparto di Rianimazione. Pure i Carabinieri erano sul luogo dei fatti, col compito di effettuare i rilievi del caso e chiarire ogni causa. Un colpo di sonno? Un malore? Questo non è dato saperlo. Solo e soltanto mere ipotesi che toccherà chiarire alle autorità mediche.

Come anticipato in apertura d’articolo, intorno alle 5.30 del mattino si sono registrate delle circostanze molto simili, riguardanti una 28enne.

Lei stava guidando a bordo di una Fiat Panda, per poi non riuscire a controllare più il mezzo e scontrarsi contro il muro di cinta attiguo alla carreggiata.




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |