Sei in » Attualità
21/04/2014 | 12:48

Il 25 aprile il Presidente della CEI sarà in preghiera ad Alessano sulla tomba di don Tonino Bello e poi andrà ad inaugurare la «Casa della convivialità» realizzata con le risorse dell'8 per mille della Diocesi e con le donazioni private. Sarà destinata ad accogliere pellegrini ed immigrati


Casa della Convivialità Don Tonino Bello Alessano


Alessano.  Dal “Monastero dei Frati Francescani conventuali” alla “Casa della Convivialita' - Don Tonino Bello ”. Fra pochi giorni la comunità di Alessano potrà finalmente tornare a fruire di una struttura che per secoli è stata quasi sepolta e dimenticata, e che grazie alla tenacia e l'impegno del parroco di Alessano don Gigi Ciardo, ha ritrovato tutta la sua luce nel segno della semplicità e dell'essenziale che contraddistinguono strutture antiche come conventi e monasteri: stiamo parlando dell'ex monastero dei frati Conventuali Francescani, annesso alla chiesa di Sant'Antonio.

 “Casa della convivialità don Tonino Bello”, così sarà chiamato il centro di accoglienza che il card. Angelo Bagnasco inaugurerà il 25 aprile 2014 ad Alessano, in occasione del 21° anniversario della morte di Dio Tonino Bello. La Casa sorge nell’ex Monastero dei frati Francescani Conventuali, di cui le primissime tracce risalgono al 1222, completamente ristrutturato, con fondi della Comunità Parrocchiale, della Diocesi di Ugento – Santa Maria di Leuca e donazioni di Privati. Può ospitare fino a 30 persone, e ha diverse sale per i servizi, per gli incontri, ma anche un bellissimo chiostro: 470 mq al piano terra, oltre al chiostro di 200 mq, 900 mq al primo piano.

La destinazione finale dell’ex Convento sarà al servizio della carità e dell’accoglienza.

 “In considerazione del fatto che in Alessano è molto cresciuta la richiesta di accoglienza e ricezione da parte dei fedeli che numerosi accorrono sulla tomba di Don Tonino soprattutto da quando è stato avviato il processo di Canonizzazione – dice il vescovo mons. Vito Angiuli – nasce in maniera quasi consequenziale e naturale l’idea di realizzare un Centro di accoglienza che possa ospitare i pellegrini in un luogo che, per le sue caratteristiche e la sua ubicazione, è in perfetta armonia con la spiritualità che i fedeli cercano nel loro pellegrinaggio ad Alessano”.

Il card. Angelo Bagnasco il 25 aprile 2014 sosterà alle ore 17.00 sulla tomba di don Tonino, poi alle 17.30 presiederà una solenne concelebrazione nella Collegiata SS. Salvatore in Alessano (parrocchia) e alle 19.00 inaugurerà la “Casa della Convivialità”.

Si allega la relazione dell'Ing. Emanuela Torsello
SCARICA L'ALLEGATO




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |